Storia

Tutto ha inizio nel lontano 2000 dalla passione di un piccolo gruppo di amici per le rievocazioni storiche medievali amalgamate ad antiche credenze di masche, sortilegi e maledizioni.
Il punto d’incontro fu la narrazione, spettacolare e quasi cinematografica, in quanto a costumi e interpretazioni, di vicende che videro le cosiddette “streghe” medievali perseguitate dalla Santa Inquisizione.
Il gruppo si propone alle Ferie Medievali di Pavone Canavese, in quanto suo luogo di origine, e come ponte naturale per far riemergere le leggende, sommessamente circolanti, sulle Masche della Paraj Auta.
Inizia così a sfilare insieme al Gruppo Storico Culturale “Ij Ruset”, ottenendo un riscontro molto positivo e grande interesse da parte del pubblico.
Si susseguono diversi cambiamenti nella costituzione interna, ma il gruppo sopravvive negli anni.
Nel 2002, unendo la Storia e la Leggenda nasce il “Sabba del Sambuco”.
Questo primo spettacolo propone, sempre in veste molto scenografica ed emozionante, la storia di  tre streghe perseguitate ed uccise, mescolando folkloristici rituali e la leggenda nordica secondo la quale le streghe durante il giorno si nascondano nei boschi in forma di alberi di sambuco.
E’ un autentico successo e fa guadagnare grande ammirazione anche da parte del Gruppo Storico “Ij Ruset”, che decide di accorpare il gruppo e portarlo con sé in giro per l’Italia.
Da questo momento il cosiddetto “Gruppo delle Streghe di Pavone”, o conosciuto anche con il nome dello spettacolo “Sabba del Sambuco”, inizia a muovere i primi passi lontano da Pavone, proprio seguendo il Gruppo Storico, riscuotendo grande consenso nelle città di Torino ed Arona, a Valenza Po in occasione della festa di Halloween, nell’astigiano, in vari castelli e perfino in Svizzera.

Dopo diverse edizioni, il gruppo decide di prendersi una pausa, ma sarà solo un momento.
Finalmente si decide per una costituzione indipendente: è giunto l’anno 2010, nascono i Carmina Gaelica.